Guida ai Dintorni di Primiero San Martino di Castrozza

(0 Recensioni utente)   266   102
Angelo Longo

Il territorio del Comune di Primiero San Martino di Castrozza è vasto e presenta numerose località e molti elementi di importante carattere storico e culturale. Ci è dunque parso importante descriverli, raccoglierli in un libretto agile ed immediato che, unito a quello dedicato ai paesi (“Guida ai paesi”), può dare una visione generale dell’intero territorio comunale. Sono qui descritti alcuni di questi elementi, quelli che abbiamo ritenuto più importanti e peculiari della zona. La descrizione, non segue un andamento geografico, invece si sviluppa su otto temi e su tre zone. La prima delle tre zone è Passo Cereda, il valico che unisce Primiero con Sagron-Mis e l’Agordino; ne vengono descritti gli elementi, le località che lo circondano e i monti che lo sovrastano. Abbiamo poi la Val Canali, ricca di boschi e masi: un gioiello mantenuto integro anche grazie all’azione di tutela del Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino. Infine Passo Rolle e i suoi dintorni: le cime e le alture, i torrenti e i laghi, le malghe e le strutture turistiche; un’area vasta frequentata dall’uomo a partire da 11.000 di anni fa. Il resto del territorio è raccontato attraverso degli approfondimenti, i temi trattati sono quelli che hanno caratterizzato la storia della valle e che ancora la segnano paesaggisticamente e culturalmente. Si inizia con il bosco e le miniere e la descrizione dei due versanti boscosi che scendono fino ai paesi (Bedolé e Padela), si dà poi breve richiamo alla flora e fauna che lo popola. Troviamo poi i masi, elementi che hanno segnato il territorio per secoli ma che oggi hanno perso il loro valore produttivo, segue la descrizione dei masi di riferimento dei vari paesi. Saliamo anche sulle malghe o alpeggi, trattando dei loro aspetti economici e storici e la loro trasformazione, poi la breve descrizione di alcune malghe della zona. Segue uno sguardo alle Pale di San Martino, con un accenno all’altipiano e ai suoi ghiacciai, all’alpinismo e ai suoi rifugi di montagna. Non poteva mancare la Grande Guerra e lo stravolgimento ambientale, territoriale e sociale che ha comportato. Poi la preistoria: i ritrovamenti mesolitici ai laghi di Colbricon e quelli presso San Martino di Castrozza. Si prosegue poi con la geologia e la formazione delle Pale di San Martino e del Lagorai, un accenno ai percorsi tematici sul territorio che approfondiscono il tema. Infine l’acqua: sorgenti, torrenti e laghi; con un approfondimento sui laghi di Calaita e Pisorno.

Non ci sono recensioni per questo eBook

0
0 di 5 (0 Recensioni utente )

Aggiungi una recensione

Il tuo giudizio *

eBook Correlati